Pasta fredda con salmone

Una gustosa pasta fredda con salmone, soprattutto se usiamo i cuori di filetti di salmone selvaggio FRoSTA è la soluzione migliore per affrontare le intense giornate di caldo. In estate, tutti quanti abbiamo voglia di piatti freschi e saporiti che possano alleviare i nostri pranzi e le nostre cene dal grande caldo. Anche cucinare le cose più semplici può diventare un’ardua impresa, se questo significa dover tenere accesi i fornelli per molto tempo. Possiamo quindi tranquillamente affermare che la pasta fredda racchiude in sé tutte le risposte per far fronte a tutto questo accumulo di calore. A rendere il tutto più salutare ci pensano, poi, gli ortaggi che aggiungiamo. Soprattutto le verdure di stagione, come asparagi, carote, fagiolini e pomodori sono alleati preziosi per sfidare la calura estiva, salvaguardando anche l’organismo.

Abbiamo visto come prediligere cibi freschi ad un pasto caldo può rivelarsi un’efficace strategia. Bisogna, dunque, sfruttare le versatili caratteristiche di questi alimenti per costruire piatti facili e sfiziosi. Se avete voglia di seguire questi miei consigli e di preparare un piatto sfizioso, la pasta fredda con salmone è l’ideale per voi. Oltre agli innumerevoli vantaggi già elencati, questi piatti possono essere preparati con largo anticipo per poi essere conservati in frigo. In questo modo è possibile cucinarli nelle ore più fresche della giornata e mangiarli quando si preferisce durante la giornata. Se non siete ancora convinti, sappiate che è anche la soluzione ideale per i vostri pasti fuori casa, che siate al lavoro oppure durante una gita fuori porta.

Ricetta Pasta fredda con salmone

Ingredienti per 4 persone

Come preparare la pasta fredda con salmone

Cominciate con il cuocere la pasta. Fate attenzione a scegliere una pasta di buona qualità: in caso contrario non terrà la cottura e risulterà scotta. Scolate 1 minuto prima rispetto alle tempistiche di indicate sulla confezione in modo da avere una cottura al dente.

Piccolo trucco: mettete la pasta sotto un getto di acqua fredda in maniera tale da farla raffreddare e fermare la cottura. Una volta scolata, versate la pasta in una capiente ciotola e conditela subito con l’olio evo in modo da non farla attaccare al recipiente.

Per preparare i fagiolini lessi, prendete i fagiolini e spuntateli tagliandone le due estremità e cuoceteli in abbondante acqua salata bollente per 15 minuti circa. Una volta pronti scolateli e immergeteli in acqua fredda. In questo caso, oltre a fermarne la cottura, il getto di acqua fredda servirà anche a preservarne il colore originale. Una volta raffreddati, tagliate i fagiolini a pezzetti piccoli.

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

CONDIVIDI SU