Skip to content

Nasello e Merluzzo, le principali differenze

Nasello e Merluzzo sono due nomi generici che a volte indicano lo stesso tipo di pesce, a volte pesci differenti.

In effetti il termine Merluzzo, è utilizzato per indicare diverse specie di pesci ossei di mare appartenenti a varie famiglie e con caratteristiche differenti.

Soprattutto nello specifico caso del pesce FRoSTA, hanno grosse differenze immediatamente visibili.

Il Nasello FRoSTA, è di due tipi: quello nativo della zona dell’Oceano Pacifico Sud-Occidentale (Zona FAO 81) , il nasello australe “Macruronus novaezelandiae” contrassegnato sul retro della confeziona dalla lettera H, e quello pescato nell’Oceano Pacifico Nord-Orientale (Zona FAO 67)  della specie “Merluccius productus”  contrassegnato sul retro della confeziona dalla lettera G.

Mentre il merluzzo è nativo dell’Alaska, e pescato nell’Oceano Pacifico Nord-Orientale (Zona FAO 67) o in quello Nord-Occidentale (Zona Fao 61).

Scopri le Zone di pesca FAO – clicca qui

Queste tipologie di pesci presentano caratteristiche distintive che è bene conoscere.



Merluzzo d’Alaska o Pollack d’Alaska

Il merluzzo d’Alaska o Pollack d’Alaska (Theragra chalcogramma o Gadus chalcogrammus) è un pesce osseo di mare della famiglia Gadidae.

Merluzzo d'Alaska o Pollack d'Alaska (Theragra chalcogramma o Gadus chalcogrammus)

Ha tre pinne dorsali, separate da uno spazio, e due pinne anali. Le pinne pettorali sono ampie; le pinne ventrali hanno un filamento. La pinna caudale è tronca. Sul mento è presente un brevissimo barbiglio. La bocca è ampia, la linea laterale si interrompe all’altezza della prima pinna dorsale, lungo il resto del corpo è interrotta a brevi intervalli e non continua.

Il colore è bruno o olivastro sul dorso, argenteo sui fianchi e biancastro sul ventre. Sui fianchi sono in genere presenti macchie irregolari di colore bruno. Le pinne sono scure. La taglia massima è di 91 cm, il peso massimo noto di 3,9 kg.

È endemico del nord dell’Oceano Pacifico a sud fino al mar del Giappone.  Vive in acque profonde tra 30 e i 1280 metri ma di solito si trova sopra i 400 metri. Fa vita demersale, cioè nuota attivamente ma si trattiene nei pressi del fondale, sul quale o nei pressi del quale trova il nutrimento, e affronta migrazioni giornaliere verso la superficie.

Il pollack d’Alaska costituisce una delle specie ittiche più catturate nel mondo e uno dei prodotti della pesca più importanti in assoluto. I banchi di pesca più ricchi sono situati nel mar di Bering e nel golfo dell’Alaska. Gli stock del mar di Bering e del golfo dell’Alaska sono dotati della certificazione MSC di sostenibilità della pesca.



Nasello merluzzo australe

Il nasello merluzzo australe (Macruronus novaezelandiae , noto comunemente come nasello neozelandese o merluzzo neozelandese o merluzzo granatiere), è un pesce osseo marino della famiglia Merlucciidae.

nasello merluzzo australe (Macruronus novaezelandiae)

La parte anteriore del corpo è caratterizzata per avere la seconda pinna dorsale, la pinna caudale e la pinna anale in una pinna continua. Il corpo è appiattito e allungato, l’estremità caudale è sottile. La colorazione è fondamentalmente argentea con riflessi violacei, bluastri o verdastri sul dorso e pinne scure. La taglia massima è di 130 cm, mediamente si aggira sugli 80 cm. Il peso maggiore noto è di 1,5 kg.

Macruronus novaezelandiae è endemico dell’Australia del sud e della Nuova Zelanda. Vive tra il piano circalitorale e quello  batiale, di solito fra 200 e 700 metri di profondità. Gli adulti si trovano raramente sopra i 400 metri e possono raggiungere i 1000. Al contrario i giovani vivono in acque basse e penetrano regolarmente in acqua salmastra negli estuari.

Questa specie ha un notevole interesse per la pesca commerciale. Gli stock neozelandesi vengono utilizzati in maniera sostenibile ed hanno la certificazione del Marine Stewardship Council.



Nasello del pacifico

Il nasello del pacifico o merluzzo del Pacifico (Merluccius productus) è un pesce osseo marino sempre appartenente alla famiglia Merlucciidae.

nasello del pacifico o merluzzo del Pacifico (Merluccius productus)

Ha il corpo allungato con testa grande, muso a punta e mandibola prominente, le pinne pettorali raggiungono l’inizio della pinna anale; la pinna caudale ha bordo concavo. Di colore grigio-azzurro fino a nerastro sul dorso che digrada al bianco sui fianchi e sul ventre, può raggiungere i 90 cm di lunghezza (taglia media circa 60 cm) e pesare sino a 1,2 kg.

Questa specie è diffusa lungo la parte centro-settentrionale della costa occidentale dell’Oceano Pacifico, tra l’isola di Vancouver ed il nord del golfo di California. È assente dalle acque dell’Alaska. Questo pesce vive sulla piattaforma continentale di solito a profondità non superiori a 229 metri (eccezionalmente fino a 1000 metri). Al contrario di gran parte degli altri Merluccius, che sono pesci tipicamente demersali o bentonici, questa specie sembra condurre un’esistenza prevalentemente. pelagica cioè in mare aperto.

Vivono in banchi molto numerosi a mezz’acqua ed effettuano migrazioni stagionali portandosi in estate più a nord e in acque più costiere e in inverno (stagione riproduttiva) in acque più meridionali e profonde.

È più sostenibile la pesca del Nasello o quella del Merluzzo d’Alaska?

Tutto il pesce dei prodotti FRoSTA è certificato MSC, Marine Stewardship Council, la cui finalità è verificare il rispetto di pratiche di pesca eco-sostenibili.

Ciò significa che è prioritario il giusto utilizzo delle risorse marine attraverso protocolli che ne garantiscono il corretto sfruttamento e che permettano, inoltre, la possibilità che i banchi di pesce si possano riprodurre e rigenerare.

Non solo tutto il pescato FRoSTA è quindi sostenibile, ma tutte le fasi a partire dal confezionamento che fa a meno dell’alluminio, dai pack in cartoncino certificato FSC, fino all’arrivo sulla tavola dei consumatori, fanno parte di un unico processo che mira ad abbattere le emissioni di anidride carbonica, come testimonia la bassa impronta di carbonio dei nostri prodotti.

Aspetti gastronomici e caratteristiche nutrizionali del nasello e del merluzzo

I due pesci hanno carni bianche, piuttosto magre e delicate ma gradevoli, risultano particolarmente digeribili e nutrienti tanto da venire impiegati con successo nell’alimentazione dell’infante in divezzamento.  I due pesci hanno caratteristiche chimiche e nutrizionali pressoché sovrapponibili:

Dichiarazione nutrizionale – valore medio per 100g

Nasello Australe (Macruronus novaezelandiae)
  • Energia 305 kJ / 72 kcal
  • Grassi 1,2 g
  • di cui acidi grassi saturi 0,3 g
  • Carboidrati 0 g
  • di cui zuccheri 0 g
  • Proteine 15 g
  • Sale 0,13 g
Filetti di Merluzzo d’Alaska (Theragra chalcogramma)
  • Energia 310 kJ / 73 kcal
  • Grassi 0,7 g
  • di cui acidi grassi saturi 0,2 g
  • Carboidrati 0 g
  • di cui zuccheri 0 g
  • Proteine 16,7 g
  • Sale 0,50 g

Sei alla ricerca di nuovi spunti in cucina? Con i nostri Cuori di Filetti di Merluzzo d’Alaska e i nostri Cuori di Filetti di Nasello puoi preparare tante ricette gustose.

Scopri i nostri prodotti

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbe interessarti anche:

fish and chips

Fish and Chips

Il fish and chips è un piatto tipico della cucina britannica. Si tratta di un classico dello street food inglese, che richiama

Scopri di più
fish and chips

Fish and Chips

Il fish and chips è un piatto tipico della cucina britannica. Si tratta di un classico dello street food inglese, che richiama