Skip to content

Merluzzo  Carbonaro: le proprietà nutrizionali 

Il merluzzo carbonaro, conosciuto scientificamente come Pollachius virens (Linneo, 1758), è un pesce predatore, proveniente dall’Atlantico settentrionale. Vive in branchi e si ciba di pesci come aringhe, papaline e krill.

Proprietà Nutrizionali del Merluzzo Carbonaro

packaging merluzzo carbonaro

Carta d’Identità

Nome: Merluzzo Carbonaro (Pollachius virens)

Altri nomi:

Gadus carbonarius (Linnaeus, 1758)

Gadus colinus (Lacépède, 1800)*

Periodo di Pesca

Tutto l’anno

Località di pesca

Merluzzo carbonaro artico: l’intera costa norvegese (da Stad alla penisola di Kola).
Merluzzo carbonaro nel mare del Nord: Skagerrak/Mare del Nord

Proprietà nutrizionali

Le principali proprietà del merluzzo carbonaro sono:

– Proteine

– Vitamina D e B12

– Iodio

– Selenio*

Valori nutrizionali del merluzzo carbonaro

Tra i valori nutrizionali del merluzzo carbonaro emerge lo scarso contenuto di grassi e di calorie.

La dichiarazione nutrizionale per 100 g di prodotto è la seguente:

Valore energetico 344Kj/81 Kcal
Grassi 0,9 g di cui 0,2 g di acidi grassi saturi
Carboidrati 0,0 g
Proteine 18,3 g
Sale 0,20 g

Inoltre, uno studio norvegese ha evidenziato che in diversi prodotti surgelati a base di merluzzo carbonaro è presente un’elevata percentuale di sostanze come tiamina, riboflavina, niacina, acido pantotenico, vitamina B12 e biotina, in grado di coprire il fabbisogno giornaliero di un uomo adulto.

La tiamina, che appartiene alle vitamine del gruppo B, è un composto chimico in grado di aiutare l’organismo a rilasciare le energie utili allo svolgimento delle attività di ogni giorno.

La riboflavina è una molecola necessaria per le funzioni metaboliche e contribuisce a mantenere in salute il sistema nervoso; la biotina, conosciuta anche come vitamina H o vitamina B8, essendo una vitamina idrosolubile (cioè che si scioglie in acqua), non può essere accumulata nell’organismo ma si può assumere con l’alimentazione; partecipa al metabolismo proteico, alla sintesi degli acidi grassi e del glucosio ed una sua mancanza può inficiare sullo stato di salute di pelle e capelli.

La vitamina B12 o cobalamina, anch’essa appartenente al gruppo delle vitamine idrosolubili, svolge un ruolo cruciale nella produzione dei globuli rossi e nella sintesi del DNA.*

Merluzzo carbonaro, com’è fatto?

Può raggiungere fino ai 100 cm e si riconosce dalla linea laterale chiara e dritta, con la mandibola appena sporgente. Il colore del merluzzo carbonaro è di un verde abbastanza scuro sul dorso e più chiaro sul ventre.

Conosciuto in Italia anche come merluzzo nero proprio per il colore scuro della livrea, ha un sapore intenso e deciso.

Il merluzzo carbonaro: dal Nord con furore

Il merluzzo carbonaro è diverso dalla gran parte dei pesci proprio per la sua incredibile capacità di affrontare il gorgo di Saltstraumen, un piccolo stretto norvegese che vanta il primato della peggior corrente al mondo.

Vicino al Circolo polare artico, qui ogni sei ore circa, si alzano fino a 400 milioni di metri cubi d’acqua, che si riversano poi in un passaggio di solo 150 metri di larghezza, 3 km di lunghezza e che viaggiano a 40 km orari.

Filetti di Merluzzo carbonaro FRoSTA certificati MSC, buoni e sostenibili

I filetti di merluzzo carbonaro FRoSTA sono certificati MSC, ente non profit a tutela della pesca sostenibile.

Scopri di più sul merluzzo carbonaro certificato MSC.

Tra gli obiettivi principali della pesca sostenibile, attuata da FRoSTA mediante l’adesione allo Standard MSC, vi è quello di minimizzare le catture accessorie e garantire la riproduzione degli stock ittici mondiali per le generazioni future.*

Infatti, tra i requisiti fondamentali del Marine Stewardship Council (Principio 2), c’è quello di ridurre al minimo l’impatto ambientale e di conseguenza la cattura di specie ittiche non oggetto della pesca, ritenute accidentali e “accessorie”. Nonostante questo, solo il 17% circa della pesca mondiale è certificata MSC o in fase di certificazione.*

Poiché nel 2020 il pesce ha rappresentato il 20% circa dell’assunzione media pro capite mondiale relativa alle proteine animali, con 3,3 miliardi di persone che se ne cibano (report FAO The State of World Fisheries and Aquaculture -SOFIA)*, MSC s’impegna a “rafforzare, diffondere e progredire su base scientifica la sostenibilità della pesca, affinché le risorse ittiche possano continuare a prosperare. Per il bene degli oceani e delle future generazioni”.*

Referenze:

*https://pescenorvegese.it/seafood-from-norway/merluzzo-carbonaro/

*http://www.fao.org/fishery/species/3016/en

*https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0889157513000793?casa_token=kqnEnO_u7R8AAAAA:1iWyE2j1wSm0dm2Ur3tgcvadlgHkxkDBuXHCLq2FB9nkOPvPzONUbz6V6_RR0y7DVeezGYRq3A

*https://www.crea.gov.it/documents/59764/0/LINEE-GUIDA+DEFINITIVO.pdf/28670db4-154c-0ecc-d187-1ee9db3b1c65?t=1576850671654

*http://www.fao.org/fishery/sofia/en

*https://www.wwf.ch/it/guida-pesci/merluzzo-carbonaro

*https://www.msc.org/it/news/2021/03/27/seaspiracy-il-nostro-punto-di-vista-la-pesca-sostenibile-esiste-e-aiuta-a-proteggere-gli-oceani

*NUTRIENT CONTENTS IN NORWEGIAN FROZEN FISH PRODUCTS PROTEIN, FAT AND B-VITAMINS EINAR LIED and KÅRE JULSHAMN Institute ofNutrition Directorate of Fisheries N-501 3 Bergen, Norway

*https://www.frosta.de/blog/nachhaltigkeit/seaspiracy/

*https://www.msdmanuals.com/it-it/casa/disturbi-alimentari/vitamine/carenza-di-vitamina-b12

 

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbe interessarti anche:

merluzzo d'alaska

Proprietà nutrizionali Merluzzo d’Alaska

Il merluzzo d’Alaska fa parte della grande famiglia Gadidae nel quale si identifica con il nome scientifico di Theragra chalcogramma. Pesce dalle dimensioni importanti,