etichetta alimentare frosta

Come leggere le etichette dei prodotti alimentari

Se hai dubbi su come leggere le etichette dei prodotti alimentari, sei nel posto giusto. Noi di FRoSTA abbiamo realizzato delle etichette estremamente trasparenti, in linea con due dei nostri principi fondamentali: la trasparenza e la tracciabilità.

L’etichetta di un alimento equivale al suo documento di riconoscimento: se è fatta bene, ricca di dettagli e di informazioni importanti che riguardano la qualità e la provenienza del cibo ne possiamo trarre un considerevole beneficio.

Quando acquistiamo un alimento, infatti, grazie all’etichetta possiamo sapere immediatamente se esso risponde o meno alle nostre esigenze, mentre se l’etichetta è povera di informazioni, confusa o fatta in maniera approssimativa, meglio non fidarsi. Non sappiamo a cosa stiamo andando incontro.

Oggi multinazionali e aziende di una certa importanza puntano sempre di più sulla trasparenza, ottemperando alle indicazioni obbligatorie degli organi istituzionali, come ad esempio i Regolamenti UE.

Etichetta alimentare e tracciabilità degli alimenti

Tramite una corretta etichettatura, possiamo conoscere tanti aspetti relativi all’alimento, come: provenienza, ingredienti, modalità di conservazione e di consumazione, al fine di effettuare un acquisto consapevole, senza tralasciare le esigenze del palato. In questo modo, la tracciabilità dell’alimento non avrà più segreti e saremo sicuri di cosa stiamo mettendo sulla nostra tavola.

Etichetta trasparente: alimento sicuro

La scelta di un’etichetta trasparente, in cui si evinca in maniera impeccabile, chiara e precisa l’origine e la tracciabilità di tutta la filiera produttiva, ma anche ingredienti e additivi, certifica la salute di un prodotto alimentare.

La teoria degli alimenti è di grande importanza etica e politica. I cibi si trasformano in sangue, il sangue in cuore e cervello; in materia di pensieri e sentimenti. L’alimento umano è il fondamento della cultura e del sentimento. Se volete far migliorare il popolo, in luogo di declamazioni contro il peccato, dategli un’alimentazione migliore. L’uomo è ciò che mangia”.
Ludwing Feuerbach

Scegliere prodotti dotati di un’etichettatura completa e norma di legge, ci aiuta ad acquistare non solo un prodotto di qualità, ma anche ad essere consapevoli di quello che mangiamo e quindi a nutrirci in maniera più salutare. Proprio per questo motivo è fondamentale imparare a leggere le etichette dei prodotti alimentari.

Etichettatura degli alimenti: cosa dobbiamo sapere?

Spendere qualche minuto in più leggendo l’etichetta degli alimenti che stiamo per mettere nel carrello della spesa, ci aiuta a selezionare all’origine cosa mettiamo in tavola; in questo modo possiamo avere informazioni dettagliate su cosa mangiamo e facciamo mangiare ai nostri cari, dai bambini alle persone anziane ma anche agli amici, se vogliamo organizzare una cena o un pranzo in compagnia.

Si tratta, a tutti gli effetti, di impostare concretamente, con le azioni di ogni giorno, un’alimentazione sana e consapevole, che, come detto, implica uno o due minuti in più nel processo di acquisto al negozio sotto casa o al supermercato di quartiere.

A questo proposito, il Ministero della Salute ha realizzato un opuscolo-guida sull’Etichettatura degli alimenti che possiamo sintetizzare in questo decalogo:

  1. LEGGERE BENE
    Leggete con attenzione le etichette sulle confezioni
    . Più informazioni si leggono, migliore sarà il vostro parere sul prodotto.
  2. ILLUSTRAZIONI INDICATIVE
    Ricordate che le illustrazioni presenti sulle confezioni sono puramente indicative
    . Il loro scopo fondamentale è di richiamare l’attenzione di chi acquista e non per forza sono legate all’effettivo aspetto del prodotto.
  3. ORDINE DECRESCENTE DEGLI INGREDIENTI
    Fate attenzione all’ordine con cui sono elencati gli ingredienti di un prodotto
    . L’ordine indicato è quello decrescente in base alla quantità; ciò vuol dire che il primo ingrediente è presente in misura maggiore del secondo e così a procedere.
  4. DATA DI SCADENZA
    Consumate il prodotto entro la data di scadenza specificata sull’etichetta
    . Il prodotto consumato dopo la data di scadenza indicata può, infatti, deperire rapidamente e non essere più sicuro per la vostra salute.
  5. TERMINE DI CONSERVAZIONE
    Fate attenzione a non confondere la data di scadenza di un prodotto con il termine minimo di conservazione
    . Infatti, se sull’etichetta si trova la dicitura: “da consumarsi preferibilmente entro…”, vuol dire che è possibile consumare il prodotto senza rischi per la salute anche se il suo sapore  e le caratteristiche organolettiche possono cambiare dopo quella data.
  6. PESO NETTO/SGOCCIOLATO
    Verificate il peso netto/sgocciolato dell’alimento
    . Molte volte può capitare di essere tratti in inganno dalle dimensioni delle confezioni, che non rispecchiano il contenuto effettivo.
  7. ALLERGIE ALIMENTARI
    Se soffrite di allergie alimentari accertatevi sempre che siano indicati nell’elenco degli ingredienti gli eventuali allergeni
    . La lista degli allergeni è aggiornata in maniera periodica e in base alle ultime scoperte scientifiche.
  8. CATENA DEL FREDDO
    Mantenete i prodotti costantemente refrigerati e quelli surgelati alla temperatura segnalata sull’etichetta senza far saltare la catena del freddo dopo l’acquisto. Tenete presente che
    il freddo non è battericida ma rallenta o impedisce momentaneamente la proliferazione dei batteri.
  9. CARTELLI ESPOSTI
    Quando acquistate del pesce in pescheria verificate i cartelli esposti
    . Infatti, il venditore è tenuto ad esporre le indicazioni obbligatorie riguardo la provenienza dei prodotti, il pesce fresco e quello scongelato.
  10. IMBALLI RICICLABILI
    Preferite sempre gli alimenti impacchettati con materiale riciclato e riciclabile. A parità di qualità e prezzo meglio scegliere la
    sostenibilità, leggendo con attenzione le indicazioni sul materiale utilizzato per il confezionamento o l’imballaggio (AL alluminio, CA cartone, ACC acciaio ecc.). Oltre a dare un aiuto concreto all’ambiente, lo darai anche alla tua salute, dal momento che un mondo meno inquinato è un mondo più sano e vivibile.

Com’è fatta un’etichetta in linea con le disposizioni ministeriali e con le esigenze di chi acquista?

Ecco com’è fatta un’etichetta tracciabile, conforme alle norme e ricca di informazioni utili per l’acquirente adesso vedremo come leggere le etichette dei nostri prodotti alimentari:

Etichetta retrostante grande

Ingredienti e indicazioni sull’origine e la lavorazione degli stessi. Indicazioni sulla presenza di possibili alimenti contenenti allergeni (Può contenere tracce di Molluschi, GLUTINE, UOVA, SOIA, SEDANO, SENAPE).

Eventuali raccomandazioni in base alla tipologia di prodotto. Nonostante gli accurati controlli, consigliamo di prestare attenzione alla possibile presenza occasionale di spine.

Peso netto/sgocciolato dell’alimento.

Leggere le etichette dei prodotti alimentari - etichetta Frosta nel retro della confezione

Nella seconda parte dell’etichetta troviamo i valori dell’azienda, espressi con chiarezza, ad esempio:

“COSA È IMPORTANTE PER NOI
Farvi mangiare bene! Per questo usiamo solo i migliori Filetti di Merluzzo d’Alaska, surgelati e sfilettati a bordo. Per questo non usiamo additivi come ad esempio esaltatori di sapidità e aromi. FRoSTA 100% la scelta naturale!”

Suggerimenti e/o indicazioni sulla preparazione. In genere troviamo qualche ricetta semplice e ben collaudata con modalità di cottura consigliate.

Indicazioni di Trasparenza dell’alimento. In evidenza si può notare un localizzatore con QR Code che ci consente mediante smartphone di individuare la provenienza dell’alimento. Noi di FRoSTA abbiamo creato un sito: localizzailtuocibo.it sul quale puoi, inserendo i codici di lotto del prodotto che hai acquistato, risalire alla sua provenienza precisa e a tutte le informazioni sulla sua filiera di produzione.

leggere le etichette dei prodotti alimentari

Etichettature laterali:

Piccola retro. Dichiarazione nutrizionale – valore medio per 100g; Certificazione FSC; Indicazioni per il riciclo.

leggere le etichette dei prodotti alimentari - dichiarazioni nutrizionali

Piccola Avanti. Indicazioni sulla scadenza e sulle modalità di conservazione.

Etichetta grande laterale. Eventuali certificazioni che offrono garanzie di qualità dell’alimento:

“Grazie per aver scelto prodotti ittici conformi allo standard internazionale MSC per la pesca sostenibile. Insieme possiamo contribuire alla salvaguardia del patrimonio ittico per le generazioni future. www.msc.org/it”

Indicazioni di contatto (sito web, pagine social, indirizzo fisico) e codici a barre.

Condividi su:

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Leggi anche:

Pasta fredda con salmone

Una gustosa pasta fredda con salmone, soprattutto se usiamo i cuori di filetti di salmone selvaggio FRoSTA è la soluzione migliore per