Pesca sostenibile certificata MSC, scopriamo cosa significa

Tutti i prodotti FRoSTA a base di pesce provengono da Pesca sostenibile certificata MSC, ovvero Marine Stewardship Council, un’organizzazione no-profit indipendente con un programma di certificazione ecolabel di pesca, la cui finalità è verificare il rispetto di pratiche di pesca eco sostenibili assegnando un marchio blu MSC ecolabel a chi rispetta i criteri di valutazione.

Lo scopo dell’organizzazione è la gestione sostenibile della pesca.

La sostenibilità è il vero “Core” del marchio FRoSTA, e sono molteplici le attività che sin dagli anni 60 portiamo avanti per garantire prodotti sostenibili. La certificazione MSC ci permette di essere parte di un’iniziativa comune per garantire la produttività dei nostri mari per le generazioni future.

Ma cosa è la Pesca sostenibile certificata MSC e come opera il Marine Stewardship Council?

MSC è un’organizzazione con sede centrale a Londra, fondata nel 1997 dal World Wide Fund for Nature e Unilever, diventata completamente indipendente nel 1999 e che opera in tutto il mondo.

MSC gestisce l’unico programma di etichettatura di certificazione e per la pesca sostenibile nel mare aperto, in linea con quanto fanno organizzazioni come la FAO delle Nazioni Unite o l’ISEAL ALLIANCE, che indicano gli orientamenti sulle migliori pratiche in altri settori come l’alimentazione, l’agricoltura e l’etichettatura.

Partecipando al programma MSC, pescatori, pescherie e aziende di trasformazione del pesce in tutto il mondo possono contribuire a garantire la fornitura a lungo termine di prodotti a base di pesce e la conservazione degli stock ittici, allo stesso tempo il marchio blu MSC, consente ai clienti di riconoscere i prodotti provenienti dalla pesca sostenibile certificata MSC in fase di acquisto.

Lo standard di pesca MSC si basa sul Codice di Condotta per la Pesca Responsabile dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura FAO.

Lo standard è stato sviluppato in consultazione con un numero di individui e organizzazioni di tutto il mondo, inclusi accademici governativi, ricercatori, industria della pesca e organizzazioni non governative.

In breve, lo standard si occupa di definire le migliori pratiche di gestione e le conoscenze scientifiche più aggiornate e condivise a livello internazionale.

Qualsiasi azienda di produzione ittica, in maniera volontaria può decidere di adottare le pratiche MSC, a quel punto viene sottoposta a valutazione e quindi, nel caso siano perfettamente aderenti a quanto stabilito, il suo pescato certificato può essere venduto con il marchio blu MSC.

Esistono 3 diverse aree per la certificazione:

  • Lo standard MSC per le Aziende di Pesca
  • Lo standard MSC per la Catena di Custodia
  • Lo standard ASC – MSC per le Alghe

Cosa viene valutato: i tre principi fondamentali.

Lo standard di pesca MSC si basa su tre principi fondamentali che ogni attività di pesca deve soddisfare:

Stock ittici sostenibili:

Rimane abbastanza pesce nell’oceano? La pesca deve lasciare in mare abbastanza risorse per far sì che lo stock possa riprodursi e l’attività di pesca possa così proseguire nel tempo.

Riduzione al minimo dell’impatto ambientale:

Quale impatto ambientale complessivo ha la pesca? La pesca dev’essere effettuata in modo da minimizzare il suo impatto, consentendo a piante e animali marini di prosperare.

Efficace gestione della pesca:

Le operazioni di pesca sono ben gestite? La pesca dev’essere gestita dalle aziende in modo responsabile e nel rispetto delle leggi vigenti.

Se sei interessato a saperne di più sull’argomento e sulla pesca sostenibile certificata MSC puoi leggere qui (in lingua inglese) come lavorano e come funzionano nel dettaglio gli standard MSC. Inoltre puoi ricercare informazioni precise per tutte le attività di pesca all’interno del programma MSC sul database in lingua inglese MSC Fisheries Search.

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbe interessarti anche:

Avocado ripieno di guacamole e merluzzo

Avocado ripieno di guacamole e merluzzo

La Food Blogger Daniela Vietri, sul suo Blog “Cucina, libri e gatti” (https://cucinalibriegatti.com) ha realizzato la ricetta dell’avocado ripieno di guacamole e