Scongelare il pesce e gli altri surgelati correttamente

Scongelare il pesce e gli altri surgelati è meno complicato di quanto si possa pensare.
Diciamo, però, che è facile se lo si fa correttamente. Le procedure sono diverse: velocemente in pentola o più lentamente in frigo, ma anche usando con abilità il microonde. Insomma, i metodi non mancano e solo una questione di regole da rispettare.
Ecco 5 consigli che garantiscono sapore, sicurezza e risparmio di tempo. Che, si sa, è sempre poco.

SCONGELARE IL PESCE E GLI ALTRI SURGELATI CORRETTAMENTE: UNA PREMESSA
A proposito di metodi, va fatta una premessa fondamentale: lo scongelamento perfetto deve essere completo e sicuro. Il che significa che è meglio evitare il decongelamento sotto l’acqua corrente e quello a temperatura ambiente. Sono troppo rischiosi in termini di salubrità.

METODI DI SCONGELAMENTO E SISTEMI DI COTTURA
Scongelare il pesce e gli altri surgelati vuol dire fare una scelta tra diverse opzioni. Per orientarsi al meglio può essere d’aiuto valutare la grandezza dei prodotti. Con alimenti non molto grandi, tipo verdure o tranci di pesce, è preferibile passare direttamente alla fase di cottura. Naturalmente, seguendo le indicazioni presenti sulle confezioni. Non sono richieste attenzioni particolari se non quella di valutare il sistema di preparazione. È preferibile, ingenerale, attendere qualche minuto nel caso si scelgano preparazioni in forno o al vapore. Con la padella si va più veloci.

IL MICROONDE, UN AMICO CHE RICHIEDE ATTENZIONE
L’uso del microonde è sempre più diffuso, ma richiede attenzione: a partire dall’uso della funzione defrost. Il consiglio è di utilizzarla con un riscaldamento poco potente e graduale.
Importante, poi, è seguire con cura le diverse fasi di scongelamento. Bisogna assolutamente evitare che il prodotto si secchi o, peggio ancora, che inizi il processo di cottura.

I TEMPI DI CONSUMO DEI PRODOTTI SCONGELATI
Quando si decide di scongelare il pesce e gli altri surgelati, bisogna dare un occhio al calendario. Anzi, è consigliabile segnare la data. Quale che sia la tecnica scelta, il prodotto va consumato in tempi rapidi. E soprattutto non va rimesso in freezer. Il motivo? Semplice.
La ricongelazione domestica produce cristalli di ghiaccio di grandi dimensioni che distruggono proteine e elementi nutritivi. Detto in altri termini, il gusto, che la surgelazione a -40°C aveva preservato, scompare completamente.

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Potrebbe interessarti anche: